Informative

In Arabia l’altalena è immorale per le donne

image

L’ immagine ha fatto il giro del web: la polizia religiosa ha vietato l’uso delle altalene alle saudite. Per loro è lungo l’elenco dei divieti: non possono neanche guidare.

Sta facendo il giro del web e dei social network una foto che mostra due agenti della temuta polizia religiosa saudita ordinare a delle donne in un parco di non utilizzare delle altalene sulle quali erano sedute.

L’immagine rilancia il dibattito sulla condizione femminile nella monarchia di re Abdullah, dove vige una rigida interpretazione della sharia. Secondo la ricostruzione del giornale Al Sada, due uomini della Commissione per la promozione della virtù e la prevenzione del vizio (Mutaween) si sono avvicinati a un gruppo di donne intimando loro di non usare le altalene. «Alcune persone presenti – si legge su Al Sada – hanno plaudito all’intervento dei due agenti perchè convinti che l’uso delle altalene da parte delle
donne potesse spingere gli uomini a molestarle. Altri hanno ritenuto il provvedimento inaccettabile e un’ingiustificata repressione da parte della Commissione».

Da qualche tempo Riad sta cercando di correre ai ripari per quanto riguarda la condizione femminile. In ogni caso, in tutti gli ambienti lavorativi resta in vigore la segregazione sessuale e le donne possono mostrarsi in pubblico solo con il volto coperto.

Chiuso un ristorante: non separava le donne dagli uomini – La stessa famigerata polizia ha anche chiuso un ristorante a Gedda, sul Mar Rosso, per aver violato la legge che impone la separazione tra uomini e donne negli ambienti pubblici. Stando al quotidiano “Sabq”, gli uomini della Mutaween hanno chiuso il locale, nel quale era possibile la visione di immagini «oscene» trasmesse da canali satellitari.

Lungo è l’elenco dei divieti per le saudite – Per le donne è proibito lavorare come colf, hostess o ingegneri, senza considerare le limitazioni colleterali del divieto di guidare. Sono interdetti alle donne una serie di lavori considerati usuranti dal punto di vista psicologico o fisico e tutte quelle professioni ritenute pericolose o inadatte, come il minatore, l’addetto alle fognature e il facchino. In passato decine di saudite sono state arrestate per aver sfidato il sempre più contestato divieto di guidare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...